Reportage da matrimonio? Cavolo, allora sei figo! 10 cose che una coppia dovrebbe chiedere al fotografo.

Reportage da matrimonio? Cavolo, allora sei figo! 10 cose che una coppia dovrebbe chiedere al fotografo.

C’è una bellissima parola francese che sta spopolando tra i fotografi di tutta Italia. Fa molto “figo” pronunciarla perché riempie molto la bocca, e crea bellissimi viaggi di parole. La parola è REPORTAGE. Questo è quello che dovrebbe essere realmente un REPORTAGE:

Servizio fotografico frutto dell’analisi e dall’indagine personale del creatore. Ciò che è fotografato dovrebbe essere la documentazione di eventi veri e spontanei senza alcun intervento o manipolazione da parte dell’osservatore. Ciò non significa che la realtà non possa essere interpretata ma la base dev’essere spontanea, non elaborata o costruita.

 

Facile, non credi? Sbagliato! Il reportage è un approccio fotografico molto complicato e per questo, i fotografi che lo fanno VERAMENTE sono davvero pochi, e li stimo enormemente. Per avere scatti veri, il fotografo reportagista mette in preventivo una cosa: quella di non riuscire a scattare l’immagine desiderata. Ti sembrerà strano, ma per catturare le emozioni vere, bisogna andare incontro a qualche piccolo rischio. Per questo, la stragrande maggioranza dei fotografi da Matrimonio vende il REPORTAGE, ma in realtà, realizza un servizio fotografico in posa! Ti basterà fare un giro nel web per capire che, quasi tutte le fotografie da matrimonio sono palesemente costruite.

Personalmente non amo usare la parola REPORTAGE con i miei clienti, per due motivi principali: 1) perché la usano tutti 2) perché non è chiara, confonde le idee e crea confusione.

 

Per questo alla domanda. “Tu Marco che stile fotografico hai?” la mia risposta è ” Io non ho uno stile io scatto SoloFotoVere”. Le fotografie non mentono e parlano. Se sono vere, dagli occhi arrivano al cuore, se sono finte si fermano agli occhi.

 

Qui di seguito, le 10 cose che una coppia di sposi dovrebbe chiedere, prima del matrimonio, ad un VERO fotografo reportagista:

 

1) Essere presente ma non invadente

2) Muoversi come un invitato

3) Non fermare per nessun motivo lo svolgimento della cerimonia

4) Non essere il protagonista della giornata

5) Non mettere gli sposi in posa mille volte

6) Non creare false scenette solo per avere uno scatto interessante

7) Capire quali sono le persone più espressive della cerimonia

8) Vedere con il cuore quello che la macchina catturerà

9) Non pensare “io sono il fotografo e faccio quello che voglio”

10) Dare importanza alle emozioni di bambini e anziani.

 

Marco Leonardi “SoloFotoVere”

Condividi su
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Sto caricando…
  • Deborah e Ciro: una splendida famiglia, una splendida festa.

    E’ arrivato il momento di condividere con voi alcune immagini del Matrimonio di questi due splendidi ragazzi: Deborah e Ciro. Come alcuni di voi sanno, il mio approccio al matrimonio è “vero”, zero finzioni o scenette organizzate, zero foto con balle di fieno. La cerimonia si è svolta nel cuore della Romagna, tra San Mauro […]

  • Matteo e Annika: con Dorotea è una super Festa!

    Matteo e Annika, mi hanno contattato circa un’anno fa chiedendomi informazioni per il loro Matrimonio. Da subito c’è stata una grande sintonia, e come sempre gli ho proposto la mia soluzione “SoloFotoVere”, condita con tutto il pacchetto prematrimoniale. “SoloFotoVere” per un Matrimonio a tutto gas (il sacerdote è arrivato in chiesa a bordo di una meravigliosa Ducati) e […]

  • Calcio e Amore: La storia di Fabio e Alice

    “Goal è una parola inglese e significa scopo, fine, meta d’arrivo. Il Goal è universale come l’amore per il calcio. Oggi insieme ad Alice realizzerò il goal più importante della mia Vita” Questa citazione, stampata sul fronte delle partecipazioni, rappresenta in modo chiaro questa meravigliosa coppia: Alice e Fabio. Sorridenti, allegri e circondati da tantissimi amici, […]